Sommario Diamante A&T
Edizione 96

Anno XXV - Marzo 2019

Clicca sulla COVER per sfogliare la Preview dell'edizione n°96 di Diamante.
Nella Preview in formato digitale sono disponibili gratuitamente solo alcuni articoli
culturali e gli abstract degli articoli tecnici.






Vuoi scaricare la versione completa? Abbonati qui

 
   
   


In Copertina: POLIGEM SRL
Via Ernesto Rizzi 13/p, 20077 Melegnano (MI)

Poligem è un'azienda privata ed indipendente che fin dal 1996 è protagonista nel mercato dei superabrasivi. Grazie all'esperienza accumulata nella sintesi, nella selezione e nella macinazione del diamante Poligem è da anni una presenza costante in Europa nel settore degli utensili, degli abrasivi e delle applicazioni non convenzionali del diamante. Dal diamante naturale al diamante sintetico, dal diamante policristallino al Nitruro cubico di Boro, Poligem è in grado di rispondere con la soluzione migliore alle esigenze dell'industria. La gamma di prodotti si distingue per gli elevati standard di qualità e per gli aspetti innovativi sia nella costruzione dei prodotti che nella loro applicazione.

www.poligem.it




Primo Piano

08) L'utilizzo del diamante industriale: applicazioni e prospettive

14) International Chips entra a far parte del Gruppo Surfaces




Utensili Diamantati

17) Analisi del comportamento ad usura di utensili diamantati nel carotaggio del calcestruzzo con previsione statistica della vita utile

di M. Kansteiner1, D. Biermann1, N. Malevich2, M. Horn2, C.H. Müller2, M. Ferreira3, W. Tillmann3
1 Institute of Machining Technology, TU Dortmund, Dortmund, Germania
2 Statistics with Applications in the Field of Engineering Sciences, TU Dortmund, Dortmund, Germania
3 Institute of Materials Engineering, TU Dortmund, Dortmund, Germania

Abstract: Nel corso di EURO PM2017 è stata presentata una prima analisi, basata su metodi statistici, sull'usura nel processo di carotaggio del calcestruzzo. Visti i promettenti risultati di questo primo studio e in modo da aumentare le basi dati, sono stati condotti ulteriori esperimenti. Oltre ad un calcestruzzo convenzionale (C20/25), è stato lavorato anche un secondo calcestruzzo (C100/115), con composizione e proprietà diverse. Come nel caso precedente, la nuova analisi è stata basata sulla misurazione delle forze di processo e sull'esame al microscopio dei segmenti per rilevare i diamanti distaccati dalla matrice. I metodi statistici sono stati utilizzati proprio per caratterizzare questa specifica fattispecie. Inoltre, è proposto un metodo per stimare la vita utile dei singoli diamanti, in modo da prevedere il momento in cui avverrà il distacco e definire il tempo necessario perché questo si verifichi per la metà o per l'intero numero dei diamanti di partenza.



26) Influenza della distanza tra i singoli diamanti sul comportamento abrasivo nel taglio del calcestruzzo

di W. Tillmann1, D. Biermann2, C.H. Müller3, S.A. Yonan1, M. Ferreira1, L. Wojarski1, M. Kansteiner2, M. Becke1
1 Institute of Materials Engineering, TU Dortmund, Dortmund, Germania
2 Institute of Machining Technology, TU Dortmund, Dortmund, Germania
3 Statistics with Applications in Engineering Sciences, TU Dortmund, Dortmund, Germania

Abstract: Le prestazioni di taglio di un utensile diamantato sono determinate dal numero di grani di diamante che possono essere brasati direttamente su un'anima, oppure miscelati con delle polveri metalliche e sinterizzati. Pertanto, la vita utile degli utensili è influenzata dalla quantità di materiale della matrice, in cui i singoli diamanti sono incorporati e, di conseguenza, dalla distanza tra essi. Per raggiungere lo scopo di questo documento, sono stati fabbricati degli utensili con due soli cristalli di diamante, posizionati a distanze differenti, in modo da simulare il comportamento delle diverse proporzioni di diamante. Queste distanze sono state variate da 1-2 mm per gli utensili brasati a 2-3,6 mm per gli utensili sinterizzati. Per analizzare l'influenza delle diverse distanze sull'usura e sul comportamento durante la lavorazione, gli utensili sono stati testati su supporti di calcestruzzo, spostati linearmente, sotto un carico progressivamente aumentato. Le risultanti forze di processo e l'usura dei diamanti sono state quantificate e correlate.



Diamante Industriale

36) Influenza della microstruttura e della composizione sulle proprietà meccaniche di compositi diamantati termicamente stabili

di J.N. Boland, X. Li, C. Harbers, D. Williams
CSIRO Energy, Pullenvale, Australia

Abstract: Un ampio programma di ricerca è stato intrapreso per sfruttare le proprietà fisiche e meccaniche dei compositi diamantati termicamente stabili (TSDC) per il taglio e la perforazione della roccia, nei settori di esplorazione ed estrazione mineraria, manifatturiero e dell'edilizia civile. Dopo aver dimostrato la superiore resistenza all'abrasione del TSDC e scoperto un metodo praticabile per legare questo tipo di materiale al corpo in acciaio dell'utensile, i fattori più importanti rimasti da approfondire sono la resistenza a trazione, a flessione (rottura trasversale) e ad impatto. Combinando i risultati ottenuti dalla misurazione di queste proprietà meccaniche per una serie di campioni TSDC, sono stati individuati alcuni fattori fondamentali che influenzano la resistenza, quali la microstruttura e la composizione chimica e di fase.



Sinterizzazione

46) Il modello geometrico di sinterizzazione

di Silvia Baselli, Alberto Molinari
Università di Trento, Trento, Italia

Abstract: Nella pressatura a freddo le particelle di polvere sono pressate uniassialmente in stampi rigidi per ottenere il pezzo al verde. Questo processo causa un'ampia deformazione plastica: i difetti strutturali si accumulano nella polvere metallica e l'area di contatto tra le particelle aumenta. Le caratteristiche strutturali e geometriche delle particelle di polvere influenzano il trasporto di massa responsabile del ritiro durante la sinterizzazione. Possiamo distinguere due tipi di "attività di sinterizzazione": geometrica e strutturale. L'attività geometrica riguarda la diversa estensione delle aree di contatto. L'attività strutturale è correlata alla maggiore diffusività di volume, dovuta alla presenza di difetti strutturali. Anche il meccanismo di auto-attivazione del processo di sinterizzazione contribuisce all'attività strutturale. Tuttavia, i modelli presenti in letteratura considerano in modo incompleto la microstruttura del pezzo al verde, dato che viene trascurata l'estensione delle aree di contatto. Questo lavoro mira a sviluppare un'equazione cinetica di ritiro che tenga conto delle condizioni reali delle particelle di polvere.



News ed Eventi

54) Export lapideo: anche il quarto trimestre 2018 si chiude con la flessione delle esportazioni nazionali

60) 2018 anno record per l'industria italiana della macchina utensile

76) Il mondo dell'alta precisione si dà appuntamento a Ginevra!




Decostruzione

66) Tyrolit, sicurezza per il trattamento delle superfici

72) Dazzini Macchine: esperienza di taglio metalli a Rotterdam

78) Rinnovato dopo 90 anni un ponte che collega New York al New Jersey